3 GIORNI per innamorarsi di PRAGA

il tuo viaggio economico, emozionante, unico

3 GIORNI per innamorarsi di PRAGA

18/04/2019 Europa Report 0

Inizio col dire che, come da titolo, mi sono letteralmente innamorata di Praga. È una delle poche mete che ho inserito nella mia personale lista di posti in cui magari un giorno potrei tornare (e, fidatevi, è un evento raro! 😛 )

Praga è semplice e piuttosto vivibile, ma allo stesso vivace, affascinante e mai noiosa…per alcuni versi anche sorprendente. Questa città è, sì, divertimento, locali di tutti i tipi e birra super-economica…ma è anche una lunga serie di scorci “da fotografia”, è anche buon cibo, è grandi parchi pubblici e pittoresche stradine.

Praga è allo stesso tempo un bagno di folla e una panchina silenziosa nella notte

Quindi che siate una famiglia, una coppia, un gruppo di amici, uomini, donne, giovani o meno giovani… Praga saprà ammaliarvi e conquistare il vostro cuore!! 😉

Noi (io e il mio moroso) siamo arrivati a Praga di sera, con il treno da Vienna durante il nostro “tour mitteleuropeo”… Perciò il primo impatto che abbiamo avuto con Praga è stato quello della versione “by-night”.

Abbiamo trovato ad accoglierci una città da un fascino vagamente misterioso, con tantissime statue e torri che si stagliano (magistralmente illuminate) contro il cielo notturno. Musica diversa ad ogni ingresso di locale, strade affollatissime, persone intente a mangiare e bere passeggiando per strada… Complice in tutto ciò anche la presenza dei Mercatini di Pasqua con bancarelle fornitissime di birra, panini, dolci, patatine e chi più ne ha più ne metta.

Rimanendo sull’argomento cibo, voglio sottolineare quanto la nostra esperienza gastronomica a Praga sia stata apprezzata (il che, per noi italiani, non è affatto scontato 😉 ).

Quella ceca è una cucina “semplice”, con pochi piatti, ma FATTI BENE! Fantastico sicuramente il prosciutto di Praga, lontano anni luce da quello che si trova qui! Quello originale è più simile ad un “arrosto” che a un salume: cotto in affumicatore per ore, tagliato a fette spesse 2 cm (tipo fetta di arrosto appunto) e servito caldo, con o senza salse… Una roba “WOW!!”

prosciutti in fase di affumicatura ai mercatini di Pasqua

Altro piatto che abbiamo apprezzato è il Gulash, il tipico spezzatino Ceco-Tedesco-Austriaco-Ungherese, qui (per gusto personale) sicuramente più buono che a Vienna. Non male anche lo stinco di maiale e lo stufato con salsa di panna acida e mirtilli. Ciliegina sulla torta: il Trdlo! Un tipico dolce “a spirale” fritto e poi “impanato” in zucchero, frutta secca, cannella o altre cose…ancor più goloso se farcito con Nutella, gelato 😛 .

In quanto a cibo, poi, a Praga sono evidentemente bravi a imparare/copiare dagli altri: croissanterie alla francese con squisiti pain-au-chocolat, pizzerie da cui esce profumo invitante (anche se per principio la pizza non l’abbiamo assaggiata 😀 ) e buono persino il caffè! Prima volta all’estero in cui ci viene servito un espresso della dimensione REALE di un espresso.

Booking.com

8 luoghi da non perdere a Praga

Primo: (ovviamente e banalmente) la Piazza Centrale

Il cuore pulsante della città: sempre piena di turisti, sia di giorno che di notte, soprattutto allo scoccare delle ore quando si mette in moto il carillon dell’Orologio astronomico posto sulla Torre dell’Orologio. Sul sfondo della piazza svetta inoltre la fiabesca facciata della Chiesa di Nostra Signora di Tyn.

Altra “ovvietà”: Ponte Carlo, il simbolo di Praga

Facilmente riconoscibile dalle file di statue che ornano i due lati del ponte stesso. Tra di esse ce n’è una che si dice porti fortuna…per trovarla vi basterà cercare la perenne fila di persone in attesa del loro turno per andarla a toccare. Noi nel dubbio quella coda l’abbiamo fatta, che non si sa mai 😉

Molto scenografiche anche le torri poste alle estremità del ponte, sulle quali si può salire (costo 100 corone a testa) per ammirare lo splendido panorama.

Continuando con le ovvietà 😀 … il Castello!

Molto bella tutta la zona all’interno delle mura, ma la vera perla è la magnifica la Cattedrale di San Vito che sorge nella piazza centrale del Castello (le foto non rendono giustizia alla sua bellezza).

Numero 4: quartiere Mala Stranà (soprattutto di giorno)

Chiamato anche “la città piccola”, è un quartiere molto pittoresco, fatto di stradine e facciate colorate. Si snoda ai piedi del Castello e vi si trovano un notevole numero di sedi di ambasciate. Assolutamente da percorrere la bellissima strada principale: Via Nerudova.

Molto affascinante il Cimitero Ebraico

Noi purtroppo non siamo riusciti a visitarlo all’interno in quanto chiuso in occasione di festività Ebraiche. Da fuori si intravedono solo alcuni angoli del cimitero vero e proprio, eppure anche così si riesce a percepire l’atmosfera “toccante” che regna in questo luogo. Se avremo occasione torneremo per visitarlo e toglierci questo “sassolino dalla scarpa”.

Numero 6: Ponte delle Legioni

Ad un’estremità del ponte si trova Parco Kampa, all’altra estremità fa bella mostra di sè il Teatro Nazionale. Inoltre, proprio sotto al ponte, si trova un isolotto cui si accede tramite una scalinata che scende dal ponte stesso: un luogo perfetto per un pomeriggio di relax.

Penultimo: Collina Petrin

La si raggiunge a piedi da Mala Stranà e, volendo, la si può risalire con la funicolare (il costo è quello di un biglietto del trasporto urbano). La collina è interamente occupata da un grande parco dove vale la pena, nella bella stagione, trascorrere una giornata di relax godendosi la veduta sulla città.

E infine…. Mustek (la sera)

Si tratta a grandi linee della zona compresa tra Piazza Venceslao e la Piazza Centrale e la sera è piena di gente. Qui si trovano locali, ristoranti di tutti i tipi e vari centri commerciali (di fronte a uno di questi si trova anche il monumento al celebre scrittore Franz Kafka).

Qualche consiglio “pratico” per il vostro viaggio a Praga…

… MONETA & CAMBIO

Non cambiate i soldi agli uffici di cambio!! Molto più conveniente è prelevare direttamente agli ATM, evitando tutti quelli su cui ci sono simboli di €, $, altre valute, bandiere e cose del genere. Cercate uno sportello bancomat anonimo e “insignificante” e avrete fatto bingo. Noi abbiamo prelevato all’ATM interno di un centro commerciale (quello con il monumento di Kafka) 4000 corone, addebitati sul conto circa 155€; un quarto d’ora prima a un ATM in centro ci avrebbero addebitato (stessa cifra e stessa carta) 179€…. Traete le vostre conclusioni 😉

UN CONSIGLIO PER LA CENA

–> Potrefená Husa Národní. Un ristorante in zona Mustek che propone cucina locale ma anche insalate e panini/hamburger. Inoltre ha una buona selezione di birre ed è ottimo anche come locale per il dopo cena. Siamo tornati 2 volte in 3 giorni, super consigliato!

PER CHI NON SA RINUNCIARE ALL’APERITIVO 😉

–> Staroměstský pivovar U Supa
Un birrificio in pieno centro città, dove potrete anche cenare, e che offre una bella selezione di birre con disponibilità di degustazione. Dove sta l”aperitivo? Degustazione di birre più tagliere di formaggi (ottimi) 😉 . Non esattamente la birra più economica della città, ma ne vale la pena!

Non vedi l’ora di partire?! Inizia a programmare il tuo viaggio cliccando qui!!!

Oppure compila il form per richiedere DETTAGLI o INFORMAZIONI!

qualunque sia la tua prossima meta…

Booking.com

 

World Nomads

 

Rentalcars.com

 

 

Privacy Policy