“THE BIG 5”: il safari alla ricerca dei grandi Re della savana

il tuo viaggio economico, emozionante, unico

“THE BIG 5”: il safari alla ricerca dei grandi Re della savana

23/04/2018 Africa Itinerari e Proposte Viaggio 0
rinoceronte africano con cucciolo nel bush

Siamo in Sudafrica, nell’angolo nord-est del Paese, al confine con il Mozambico. Qui si trova il Parco Nazionale più grande del paese, nonché il 3° parco più grande d’Africa: è il Kruger National Park, che con i suoi quasi 20 mila km quadrati di estensione accoglie una varietà di flora e fauna davvero incredibile. Tra le varie specie animali troviamo i famigerati “Big 5” ovvero i 5 grandi animali della savana, quelli che ai tempi delle grandi battute di caccia erano considerati i 5 trofei più prestigiosi, i 5 animali più pericolosi da cacciare; quelli che ancora oggi sono simbolo di questo paese tanto da essere rappresentati sul retro delle banconote, uno per ogni taglio: rinoceronte, elefante, leone, bufalo e leopardo. Sono loro la grande attrazione del parco e sono loro lo scopo principale dei tanti safari che si possono fare e che oggi, per fortuna, usano come unici mirini gli obiettivi delle fotocamere.

Questo sarà un itinerario insolito in quanto non vedrà un vero e proprio percorso bensì una serie di informazioni sul perché e sul come visitare questo parco programmando in piena autonomia attività, sistemazioni e percorsi di visita.

tipo di percorso: naturalistico

km percorsi: circa 400 + varie escursioni giornaliere

modalità di viaggio: fuoristrada

durata: da 3 giorni in su

periodo consigliato: maggio-novembre per avvistamenti; dicembre-aprile per cuccioli e vegetazione

budget: a partire da 220€/gg a coppia (noleggio 4×4, sistemazione e biglietto parco; safari da 25€/xsn)

come arrivare: da Johannesburg, direttamente in auto (circa 5 ore) oppure volo locale per Mbombela Airport, Hoedspruit Airport o Skukuza Airport e poi auto.

 Placeholder

Come detto sopra, in questo itinerario non ci sono tappe prestabilite ma per i pernottamenti si può scegliere tra i vari campi presenti nel parco. Si può optare sia per un soggiorno in un unico campo, sia per trascorrere le notti in campi diversi. Per le informazioni e le tariffe dei vari campi visita la pagina

https://www.parcokruger.it/parco-kruger.php

La visita a questo parco è un esperienza davvero unica e irripetibile. Offre la possibilità di ammirare paesaggi magnifici: dalla luce rosa dell’alba che accarezza le ragnatele argentate sui cespugli, ai colori vividi e intensi del caldo giorno, alla magia delle stelle che illuminano il silenzio della notte africana.

Questo parco, fondato nel 1898 come riserva di caccia, divenne un parco nazionale nel 1926 e in seguito fu nominato dall’UNESCO Riserva della Biosfera; si trova a cavallo del Tropico del Capricorno e si estende per una lunghezza di circa 400 km in direzione N-S.

All’interno del parco gli ambienti più diversi (dalla savana alle foreste, dal bush alle paludi) ospitano una varietà di specie impressionante: circa 2000 specie di piante e fiori, oltre 500 di uccelli, circa 100 diversi rettili (dai serpenti ai coccodrilli) e circa 150 specie di mammiferi tra cui potremo ammirare eleganti giraffe, famiglie di elefanti, mandrie di bufali, antilopi, iene, ippopotami, impala, gnu, facoceri, zebre, leoni, leopardi e persino i rari ghepardi di cui il parco ospita 180 esemplari.

 

La parte sud è in assoluto la più conosciuta, zona fertile coperta dal bush (“prateria” di cespugli bassi) e cosparsa di montagne e grandi fiumi. È qui che vi è la maggior concentrazione di animali, dagli erbivori ai felini, dagli elefanti ai coccodrilli agli ippopotami.

La zona centrale è ampia e piatta, la classica savana, abitata soprattutto da erbivori.

La zona nord è invece il paradiso degli appassionati di bird-watching, ricca di uccelli colorati di tantissime specie diverse. Inoltre è presente una grande diga frequentata in inverno da molti animali che si recano in questa zona per abbeverarsi.

Nonostante la vasta estensione del parco, non è così difficile riuscire ad avvistare gli animali…

anche se non è detto che riusciate a vederli tutti, soprattutto se optate per una visita in autonomia, senza l’ausilio di guide esperte. In ogni caso all’entrata del parco vi forniranno la mappa con su indicate le strade, le aree di sosta, i benzinai e i campi e spesso nelle cartine posizionate nelle aree di sosta troverete indicati i punti degli ultimi avvistamenti di animali.

La rete stradale del parco è abbastanza estesa e le strade sono divise in 3 categorie: strade rosse (asfaltate), strade gialle (sterrate) e strade bianche (solo 4×4).

NOLEGGIA UN’AUTO…..

Nel Kruger Park vigono regole ferree, soprattutto per i visitatori senza guida (regole che NON si possono prendere alla leggera in quanto i ranger controllano il parco giorno e notte e comunque infrangerle vi esporrebbe a notevoli rischi per la vostra incolumità):

  • non si può uscire dai percorsi segnalati
  • il limite di velocità è 40 km/h (30 in alcuni tratti sterrati)
  • non si può scendere dal mezzo di trasporto se non nelle apposite aree di sosta
  • entro il tramonto (controllare orario preciso) bisogna essere rientrati al proprio campo o usciti dal parco
  • non vi sarà permesso entrare nel parco se non c’è tempo sufficiente per raggiungere il vostro campo entro l’orario stabilito senza superare i limiti di velocità
  • solo chi ha una prenotazione per il pernottamento in uno dei campi del parco può rimanere al suo interno dopo la chiusura.

Non sottovalutare l’importanza di una buona assicurazione di viaggio: una piccola spesa per vivere il viaggio senza pensieri…

Tenendo ben presenti tutte le suddette regole, potete scegliere come visitare il parco: da soli, in gruppo o con guida privata.

Sicuramente il metodo più efficace per non perdersi nessuna delle meraviglie del parco e per avvistare il maggior numero di animali possibile è quello di fare un safari con guida privata. Questo è però parecchio dispendioso.

L’altro metodo è quello di partecipare a un safari di gruppo, si mantengono parte dei vantaggi che solo una guida può dare, si spende meno rispetto al tour privato, ma rischiate di trovare compagni di viaggio poco piacevoli (come per esempio un gruppo di bambini urlanti?!)

Infine si può decidere di visitare il parco in completa autonomia con la possibilità di gestire a proprio piacimento orari, tempi e percorsi e potendo così assaporare il gusto dell’avventura nella natura selvaggia di questo angolo di mondo. In questo caso noleggiate un mezzo 4×4, possibilmente alto, in modo da avere una visibilità più ampia, e fate il pieno al vostro mezzo ogni volta che incontrate un benzinaio, non ce ne sono molti all’interno del parco e non è consigliabile ritrovarsi a piedi in mezzo alla savana. Inoltre pianificate molto bene i percorsi per non rischiare di sforare gli orari e ricordatevi dei limiti di velocità che vi costringeranno a guidare per molte ore, il che potrebbe rivelarsi più stancante del previsto. Un ultimo consiglio: partite all’alba, è l’orario migliore per gli avvistamenti.

Qualunque sia la vostra scelta, il consiglio è quello di prendere parte ad almeno un safari organizzato in notturna (“safari al tramonto”): vi darà la possibilità di assaporare l’atmosfera magica delle notti africane, con una quantità di stelle che non credevate esistessero, con quei rumori, quel silenzio, quel buio e quegli odori che solo in Africa potete trovare e che vi scuoteranno qualcosa in fondo all’anima.

Non tutti i campi organizzano safari notturni, perciò informatevi bene prima di prenotare il pernottamento e ricordatevi che, al di fuori di un tour organizzato, non si può uscire dal campo dopo il tramonto per nessuna ragione.

All’interno dell’area del Parco Kruger, come già detto, sono presenti vari campi in cui si può pernottare in diverse sistemazioni: dal semplice campeggio ai cottage fino a lussuosissimi lodge. I prezzi variano molto a seconda della sistemazione ma ci sono soluzioni per tutte le tasche a partire da circa 80-100 € a notte a coppia.

Sono tutti campi a gestione governativa di competenza dell’Ente Parco e tutti i campi organizzano sia safari con mezzi di trasporto (gruppi di 16 persone per ogni camion-safari), sia tour a piedi (massimo 6-8 persone) con guida/scorta di ranger armati.

I safari al tramonto li troverete nei campi di Bateleur, Mopani, Punda, Olifants, Letaba e Satara; inoltre sono organizzati anche dal campo Crocodile dove, però, non sono disponibili safari diurni.

I campi sono inoltre dotati di ristoranti, bar e negozi dove poter acquistare cibo, bevande, generi di prima necessità e altro ancora.

Per prenotare una sistemazione vai alla pagina https://www.sanparks.org/bookings/

L’ingresso al parco (Conservation Fee) costa circa 20€ al giorno a persona.

Il clima di quest’area permette di visitare il parco durante tutto l’anno.

Da maggio a novembre (autunno-inverno) troverete temperature più basse, zanzare non pervenute, e animali più facili da avvistare. Questo perché gli alberi sono spogli e la scarsità di acqua e cibo spinge gli animali stessi ad uscire allo scoperto alla ricerca di sostentamento. In primavera-estate (dicembre-aprile) sarà leggermente più difficile avvistare gli animali, ma se ci riuscite avrete la possibilità di vedere i tenerissimi cuccioli. Inoltre le temperature più alte e il clima è più umido rendono la vegetazione rigogliosa. Le zanzare ci sono ma non devono essere fonte di preoccupazione in quanto quasi l’intero paese è Malaria-free, tant’è che non sono presenti obblighi di vaccinazioni. L’unico consiglio a riguardo è quello di portare un buon repellente per zanzare.

Un ultimo consiglio riguarda il cosa mettere in valigia.

Oltre ai consigli “generali” validi per ogni viaggio che potete trovare qui, ricordatevi che i safari partono all’alba e qui l’alba è molto fredda!! Quindi non dimenticate dei vestiti adatti (il consiglio è quello di vestirsi “a cipolla”). In più, procuratevi un binocolo per osservare meglio gli animali e non dimenticate delle schede di memoria di riserva per la vostra macchina foto: soprattutto all’inizio sarà uno scatto continuo!!

Non vedi l’ora di partire?! Inizia a programmare il tuo viaggio cliccando qui!!!

 

Oppure compila il form per richiedere la MAPPA DETTAGLIATA e le INFORMAZIONI relative a questo itinerario!!!

qualunque sia la tua prossima meta…

Booking.com
 

World Nomads

 

Rentalcars.com

 

Commenta

Privacy Policy